Category Archives: Progetti

L’Architetto serve SEMPRE

Mi è capitato di parlare con due persone davvero carine che ad oggi non erano mai andate da un Architetto… mi dicevano di aver parlato con un collega Geometra al quale avevano chiesto se a loro per fare un certo tipo di lavoro servisse un Architetto o meno… lui ha risposto che gli sarebbe servito un Architetto solo qualora avessero avuto le idee POCO CHIARE…

1-Architetto-inforgrafica-striscia

Ecco, sfatiamo subito un mito: L’ARCHITETTO SERVE SEMPRE, non solo se si hanno le idee “poco chiare”

Non serve perchè solo lei/lui può firmare la pratica edilizia bensì serve per fare un progetto ARCHITETTONICO che fin dall’inizio abbia una sua ragion d’essere in base a tutti gli elementi che concorrono nella Progettazione ovvero: le preesistenze, i desideri del Committente e la Funzionalità.

2-3-Architetto-inforgrafica-striscia

Il Progetto Architettonico dovrebbe essere fatto solo da chi sa già come verranno arredati tutti i singoli ambienti, dove andranno determinati servizi, che finiture avranno le pareti, la posizione delle viste, le luci, e un’infinità di altri elementi che non si possono APPICCICOTTARE DOPO sul progetto architettonico già fatto da altri ma che, avendone la possibilità vanno pensati ed organizzati fin dalle prime fasi progettuali, PRIMA di fare la Pratica Edilizia.

4-Architetto-inforgrafica-striscia

Pertanto, se proprio volete avere il doppio tecnico, ovvero colui che segue la pratica edilizia e colei che REALMENTE farà il Progetto Architettonico, quantomeno ingaggiateli entrambi fin da subito.

5-Architetto-inforgrafica-striscia

Per incontrarmi in Studio e parlarne a voce possiamo fissare subito un appuntamento conoscitivo gratuito: 338 2992899

oppure potete mandarmi una mail a : studio@rachelebiancalani.com

 

Il Rendering e il Progetto sono la stessa cosa?

Il RENDERING E’ il PROGETTO? Assolutamente NO! Il progetto nasce nella mente dell’architetto grazie a diversi elementi, dalle esigenze e dalle richieste del Committente, dallo spazio a disposizione, dalla tipologia edilizia e dalle pre-esistenze.

Nasce dalle conoscenze e dall’esperienza del Professionista che che lo sviluppa tramite elaborati grafici (bidimensionali) più o meno complessi che sintetizzano, tramite verifiche dimensionali e quant’altro, tutta una serie di informazioni necessarie alla perfetta realizzazione dell’Opera in ogni sua parte. Fondamentale anche la Direzione della Maestranze in cantiere e fuori dal cantiere affinchè il  Progetto venga rispettato. In tutto questo il Render

Bagno-1-render-dopo-72

tridimensionale fotorealistico è un Di PIU’, un elemento che potrebbe non esserci, uno sfizio, qualcosa di veramente superfluo che rappresenta una fase praticamente inutile. Perchè fare questa precisazione visto che il mio Studio produce, all’occorrenza, anche render fotorealistici e viste 3D a 360°? Perchè moltissime persone IGNORANTEMENTE scambiano il Render col Progetto. Mi è capitato di sentirmi chiedere  se si poteva fare il render di un edificio senza fare il progetto o altre sciocchezze simili… è come chiedere allo chef di fare un risotto senza il riso.

Per concludere non esiste RENDER senza Progetto mentre un Progetto esiste benissimo senza il  render!

Se volete uno dei miei PROGETTI ecco la mia mail per info e contatti: studio@rachelebiancalani.com

 

Una lavanderia nel bagno? Si può fare senza sacrificare l’estetica!

Anche un bagno piccolo può essere utilizzato come zona lavanderia ed essere allo stesso tempo estremamente accattivante e gradevole da fruire

composit-nordic-blue-BATH-72

In questo esempio, nel corso della ristrutturazione di un appartamento a Firenze ho progettato un’armadiatura che nasconde

appartamento-firenze-nordic-blue-72dpi-19-firm

tutta una serie di mensole e la lavatrice, il tutto perfettamente integrato con la nicchia della doccia. L’uso dei colori adeguati e dei materiali appropriati ha reso il progetto

appartamento-firenze-nordic-blue-72dpi-39-firm

 

vincente! Rivolgiti al mio Studio di Architettura e Interior Design per elaborare la soluzione più adatta alle tue esigenze abitative,

TAV2-bagno-1-web-FIRM TAV3-bagno-2-web-FIRM

 

contattami per un primo appuntamento in Studio: 338 2992899

Furbetti del web e non solo

ATTENZIONE:
SEGUE POST LUNGO E LEGGERMENTE POLEMICO
!!!consigliato ai soli addetti ai lavori!!!
________________________________________________________________________
A volte si dimentica che esiste una Legge (Legge 22 aprile 1941 n. 633) che Tutela il Diritto d’Autore che è strettamente connesso alle Opere frutto dell’Ingegno quali l’Architettura e le Arti. Questa legge tutela espressamente i disegni e i progetti di Architettura che restano di esclusiva proprietà del Progettista stesso che ne detiene tutti i Diritti.
proprietà-intellettuale
Il Progettista è inoltre l’unico che può Pubblicare l’opera o mostrarla a terzi.
Stampare ed esporre gli altrui progetti nel proprio ufficio lasciando implicitamente intendere che quell’opera è stata progettata da chi lavora in quell’ufficio  equivale, a parer mio, ad una violazione di questa Legge.
Per lo stesso principio appropiarsi delle immagini frutto del lavoro di un Progettista e pubblicarle sulla propria Pagina Facebook (o su altri Social) senza chiedere il permesso nè fare alcun riferimento al Progettista stesso equivale di nuovo ad una violazione di questa Legge.
Lo stesso dicasi per le foto su Istagram e gli altri canali; soprattutto quando è palese l’intenzione di creare confusione nello spettatore riguardo la paternità (o maternità) dell’opera.
Inoltre è assimilabile al principio della concorrenza sleale perchè si cerca di far passare per proprio il frutto del lavoro dell’altrui intelletto.
Personalmente trovo molto sgradevole anche la ditta, il marchio, il negozio o l’artigiano che pubblica le foto di un lavoro da lui (soltanto) eseguito o venduto e non cita il Progettista dell’Opera.
Questo atteggiamento non solo è sintomo di poca lungimiranza (architetti e ditte collaborano tutti i giorni e ci dovrebbero essere rapporti costruttivi tra le parti) ma lede tutta la categoria dei Progettisti e fa sembrare secondaria l’importanza chiave del Progetto Architettonico, di Interni o di Design.
Imparare a comportarsi correttamente significa anche rispettare la legge.

Attico in rosa o attico in grigio?

Una cosa molto divertente che mi è già capitata in più di una occasione è quella di trovarmi ad intervenire su immobili non solo simili tra loro ma direi praticamente QUASI IDENTITICI poichè situati vicini all’interno dello stesso lottizzo.

cucina-1-geometric-shapes-penthouse-72-firm cucina-5-geometric-shapes-penthouse-72-firm living-2-geometric-shapes-penthouse-72-firm living-4-geometric-shapes-penthouse-72-firm living-7-geometric-shapes-penthouse-72-firm

E’ molto divertente perchè mi riporta all’infanzia, ovvero al tempo in cui mi piaceva da matti visitare gli appartamenti dei miei bagno-lavello-porta-webamici vicini di casa per vedere come i nostri appartamenti dalla pianta composit-shine-2-firmpraticamente identica  fossero invece tagliati e arredati diversamente.SHINE-8-72-firmPassiamo ai fatti: questi due attici sono situati proprio nello stesso quartiere, stessa tipologia di edificio, e di entrambi il mio Studio ha curato il progetto degli interni… SHINE-11-72-firm

che ne dici? quale ti piace di più? quello sui toni del grigio o quello sui toni dei rosa?

 

 

 

SHINE-14-72--firmSe vuoi farci domande e/o contattarci per una consulenza ecco la mia mail: studio@rachelebiancalani.com

 

Per tutte le CASE c’è SPERANZA!

Quanto ci piacciono i prima e dopo! Ci fanno letteralmete IMPAZZIRE… soprattutto se i “prima” sono delle case normalissime e banalotte (quando va bene)…Composit-living-1 3-statiComposit-cucina-1   Composit-living-5      Composit-living-2Composit-living-4

In toscana, il banale può voler dire col COTTO A  PAVIMENTO e con le pareti gialle un po’ spugnate… una specie di “Stile Toscano per Stranieri” adatto alla cascina e alla colonica in campagna ma cucina-1-72-firmriportato dentro moderni edifici costruiti non più di 10 anni fa… un VERO ORRORE INSOMMA.cucina-3-72-firm

E che fare se acquisti un appartamento e le finiture non ti piacciono? Lo prendi così com’è o cerchi di modificarlo secondo le tue esigenze funzionali di spazio e le tue esigenze estetiche come finiture, pavimenti e pareti?

disimpegno-72-firm

Sei in grado senza l’aiuto di un valido esperto di “fare da sola/solo”? Guarda l’esempio riportato in questo post: qui il precedente proprietario aveva fatto da solo mentre la NOSTRA cliente si è living-4-72-firmsaggiamente rivolta al nostro Studio di Architettura e Interior Design… ottimizzando il budget abbiamo raggiunto  un obiettivo ben preciso: abbiamo totalmente rivoluzionato un appartamento in duplex su due livelli a Terranuova Bracciolini, Arezzo, Toscana. Abbiamo seguito living-6-72-firmla Cliente dalla Pratica Edilizia (che le ha dato diritto alle detrazioni fiscali e quant’altro) fino alla direzione dei lavori, delle maestranze e fino alla scelta delle finiture parietali, degli arredi e dei complementi. living-dettaglio-2-72-firm

Se fai seguire TUTTO a noi come ha fatto la cliente puoi usufruire di speciali tariffe su misura per il tuo budget perchè anche i servizi offerti dal nostro Studio sono modulati secondo il budget del cliente.

camera-dettaglio-2-72-firm

camera-2-72-firm

Dai CHIAMACI ADESSO e fissa il primo incontro in Studio: è gratuito! Rachele Biancalani: 338 2992899 

camera-4-72-firm

Il PROGETTO non conta NIENTE!

Tutti sanno che non importa avere un buon progetto per fare una buona ristrutturazione. E’ risaputo che un qualunque individuo senza una laurea e senza competenza specifiche sia tranquillamente in grado di improvvisare come per magia sul posto e di realizzare qualunque cosa desideri il Committente senza seguire IL PROGETTO.

mago-otelma

Anche l’uomo della strada sa che un Impiantista serve solo per “firmare una Legge 10″ e non per fare un vero progetto integrato col progetto architettonico e delle strutture e che ancora meno importa che sia tutto coerente ed eseguito secondo la perfetta regola dell’arte.

P10_PinoCostruzioni-LottoC9

E’ normale chiamare l’Architetto solo per farsi dare due consigli estetici, del resto si sa che gli Architetti badano a tutto fuorchè alla funzionalità, pertanto meglio fidarsi del consiglio del muratore!

cantiere-2016-fondazioni-loggiato-san-giovanni-valdarno

Se  la pensi così per favore esci immediatamente da questo sito e non contattarci mai.

QUI CREDIAMO CHE IL PROGETTO SIA DI FONDAMENTALE IMPORTANZA per la buona realizzazione del lavoro e che debba essere un PROGETTO ARCHITETTONICO INTEGRATO in cui le soluzioni più valide nascono dall’unione del miglior progetto architettonico e strutturale, che sia efficiente e funzionale e sia nato dal dialogo di diverse competenze e professionalità messe al servizio del nostro prezioso Committente.

2016-12-16 16.53.21

Se anche tu credi nell‘importanza del progetto chiamaci per un primo appuntamento conoscitivo in Studio: 338 2992899 – studio@rachelebiancalani.com

Omaggio a Bud Spencer “BUDROOM”

Ecco un bagno tanto compatto quanto delizioso che io ed il mio staff abbiamo appena terminato… un bagno per “uomini veri“.  Si tratta

BUDROOM-1-72-firm-web     infatti del bagno più piccolo dell’appartamento  di single impenitente che abbiamo appena finito di ristrutturare! Il Committente ha voluto una casa declinata al maschile: BUDROOM-4-72-firmComposit-BUDROOM-1Composit-BUDROOMcolori decisi ma mai scontati, materiali ruvidi, superfici materiche ma abbinate con grazia. Forme decise ma avvolgenti…

Non sei curioso di sapere come era PRIMA questo bellissimo bagno? … giudica tu:Prima-e-dopo-BUDROOM-1Io direi che abbiamo portato a termine una trasformazione incredibile… da “bagno di capitolato” ridotto in pessimo stato e scomodo a SUPER BAGNO! Resina, microresina e arredi compatti abbinati a colori maschili  hanno traformato questo ambiente in modo superlativo! Abbiamo compiuto un miracolo? Dal-progetto-BUDROOM-1

NO, abbiamo solo fatto bene il nostro lavoro :-D

Se hai anche tu un ambiente da trasformare contattaci subito, ti faremo un preventivo per la progettazione, la direzione dei lavori e l’eventuale pratica edilzia. Ricorda fino a fine anno si può usufruire delle detrazioni fiscali!

Mandaci una mail: studio@rachelebiancalani.com

Esiste un modo semplice per rimuovere la vernice dalle travi in legno?

Qualche giorno fa mi è arrivata questa mail da un lettore:

“Buongiorno

potrebbe consigliarmi un modo semplice per rimuovere la vernice dalle travi in legno? inoltre se le mando delle foto potrebbe darmi un parere e qualche consiglio su come rinnovare l’aspetto delle mie  3 stanze con travi a vista?

grazie

cordiali saluti

Luca A.”

Dato l’argomento interessante voglio cogliere l’occasione per trasformare questa domanda (la prima delle due che mi vengono poste) in un post che tutti possano leggere.

Caro Luca, indovina un po’… NON ESISTE UN MODO SEMPLICE PER RIMUOVERE LA VERNICE DAL LEGNO! Per questo motivo  alcuni (i più saggi o i più anziani) sono sempre molto riluttanti prima

SALA3prima_dopo

di verniciare delle travi in legno ed è per questo che io non propongo MAI di verniciare delle travi nuove ma sempre e solo di velarle leggermente e con mano leggera.

SALA2prima_dopo

Il modo più veloce (ma non pulito e non economico) di sverniciare le travi è quello di farle sabbiare da delle maestranze che abbiano

SALA1prima_dopo

l’attrezzatura adeguata. Per togliere l’impregnante si procede allo stesso modo riportando il legno a “vivo” consumando con la sabbiatura tutto lo strato superficiale di vernice o impregnante.

Per questo a volte sulle vecchie travi verniciate precedentemente sono intervenuta VERNICIANDOCI SOPRA… Per quando riguarda la 9

la consulenza (gratuita) che mi chiedi, se vuoi mandarmi le foto posso darti una risposta pubblica quando mi sarà possibile perchè, come è noto SUBITO e GRATIS non stanno bene insieme!

Se anche tu vuoi conoscere in dettaglio la migliore soluzione personalizzata per trasformare il tuo soffitto senza rischiare di incorrere in banali errori, prenota una consulenza completa e dettagliata al mio indirizzo email studio@rachelebiancalani.como vieni direttamente al mio studio a San Giovanni Valdarno (AR),in via Don Sturzo 11/A

Dal disastro alla bellezza estrema! Bagno vintage con arredi in legno vecchio recuperato

Uno dei bagni di cui il mio Studio di Architettura va più fiero è quello del progetto Industrial Style che si trova a Terranuovo Bracciolini, ridente cittadina tra Arezzo e Firenze.

Scommetto che non esiste al mondo un bagno simile a questo soprattutto grazie al particolarissimo mobile usato per appoggiare il meraviglioso lavabo.

bagno-2-firm

Ma che cosa era PRIMA questo oggetto così particolare?

mobile-lavello-macinino-prima-e-dopo

L’ex attrezzo agricolo è stato recuperato in preda ad un raptus di vera e propria follia senza avere la minima idea né di cosa fosse né di come avremmo potuto riutilizzarlo. Le sue condizioni erano pessime, era tarlato e delle zone erano completamente annerite e coperte di olio. Dopo averlo posizionato da una parte in attesa di un’ispirazione ho capito che i clienti ai quali stavo ristrutturando il bagno non avrebbero potuto resistere alla mia proposta: trasformare il desueto cimelio agricolo in un mobile per il lavabo dal sapore rustico/vintage/industriale. Poichè tutto si può (e si deve) riutilizzare ho pensato di

how-can-an-old-tool-prima-e-dopo

trasformare il particolare imbuto piramidale in un originale paralume per una lampada a sospensione dal sapore industriale da affiancare allo specchio del bagno e con delle parti interne che non ci servivano ho pensato di realizzare una mensola+porta asciugamani. La pala in legno interna ad azionamento manuale è ad oggi perfettamente funzionante. Il proprietario di casa ha scoperto da una successiva ricerca che l’oggetto era utilizzato per sgranare le pannocchie di mais, praticamente un pezzo di archeologia agricola italiana.Sono pienamente soddisfatta del risultato ottenuto sia perché i miei clienti lo adorano sia perché un mobile lavabo uguale a questo non esiste nel mondo intero! La passione per il riuso intelligente e attento contraddistingue da sempre il mio modus operandi e nel mio Studio di Architettura e Design non è la prima volta che studiamo progetti di recupero così particolari! :-D

dettaglio-vintage-tool-72-web

i miei clienti lo adorano sia perché un mobile lavabo uguale a questo non esiste nel mondo intero! La passione per il riuso intelligente e attento contraddistingue da sempre il mio modus operandi e nel mio Studio di Architettura e Design non è la prima volta che studiamo progetti di recupero così particolari! :-D

Se anche tu vuoi un progetto unico, inaspettato e su misura per le tue esigenze contattami:  studio@rachelebiancalani.com

industrial-style-main-bathroom-vista-1-72-web-firm