Tag Archives: architette

Come rendere personale uno spazio?

Ci sono molti modi per rendere personale un ambiente: lo si può caratterizzare con oggetti unici, vintage, che per noi abbiano un significato speciale; oppure si possono realizzare arredi custom appositamente pensati per noi e il nostro ambiente o ancora si può decidere di affidarsi al décor utilizzando pattern su rivestimenti,  pavimenti e finiture.

industrial-style-main-bathroom-vista-1-72-web-firm

E’ proprio di questo terzo metodo di personalizzazione degli spazi che vorrei parlarvi oggi.

Composit-living-1

Mi capita spesso di incontrare persone che non sono contente della propria abitazione o degli ambienti di lavoro, non solo perché poco funzionali dal punto di vista architettonico, ma anche perchè troppo NEUTRI E BANALI a causa della mancanza di décor…

SHINE-11-72-firm

Come fare dunque per scegliere lo stile giusto che dia una svolta alla nostra abitazione?

Innanzi tutto iniziate a sfogliare riviste di arredamento e fate un salto su tutti i siti di interior design sui quali si parla dell’argomento. Anche Pinterest potrebbe essere d’aiuto ma per i non addetti ai lavori potrebbe essere un po’ troppo dispersivo.

 

Attico-Villa-Cocchi-1-72-firm

Cercate di capire bene cosa vi piace, cosa rispecchia la vostra personalità e poi, passo essenziale per non perdersi in una giungla di possibilità quasi infinite, affidatevi ad un’architetta/o specializzata/o in Interior Design che sappia guidarvi nelle scelte.

44

Attenzione però: questa persona deve essere ingaggiata da voi per poter svolgere al meglio, (esclusivamente nel vostro interesse) la sua professione.

1

Per trarre ispirazione dai nostri ultimi lavori pubblicati sul nostro sito internet clicca qui: PORTFOLIO

studio-san-giovanni-via-don-sturzo-architettura-interni-ristrutturazioni-rachele-biancalani-arezzo-valdarno-4

Per un incontro gratuito conoscitivo in studio prenota un appuntamento via mail o via telefono: studio@rachelebiancalani.com – + 39 338 2992899

 

I clienti NON sono tutti uguali!

Sono stata molto indecisa se fare o no un post del genere perché questo è di certo un argomento che verrà frainteso da molti ma dentro di me sento che è arrivato il momento di fare un po’ di chiarezza.

Tra ARCHITETTO e COMMITENTE, per la natura dell’incarico che di solito dura mesi (e a volte ANNI); si instaura un rapporto di conoscenza più o meno profonda e di collaborazione continuata volontaria.

Come tra ogni gruppo di persone che interagiscono tra loro il rapporto è unico e dipende ogni volta da molti fattori.

2016-12-20 10.53.06

E’ normale inquanto persone con pregi e difetti che ognuno di noi preferisca la compagnia di alcuni rispetto che di altri… ecco un piccolo elenco dei nostri 3 CLIENTI PREFERITI in ordine di gradimento.

1 – Al primo posto indiscusso si posiziona il Cliente rispettoso, gentile ed educato. Quello che chiede per favore e che ringrazia. Quello che si accorge che per lui (come per tutti gli altri) ci facciamo in quattro e che NON dà tutto per scontato.

cantiere-alessio-terranuova-cappotto

2 – Al secondo posto abbiamo il Cliente che si fida di noi e si fa guidare nelle scelte perché sa che quello che diciamo/facciamo in questo Studio viene detto/fatto per il suo bene e quello della sua abitazione/negozio/luogo di lavoro.

3 – Al terzo posto viene il Cliente collaborativo. Colei/colui che cerca fin da subito di compiere delle scelte che facilitino il lavoro e soprattutto che una volta effettuate non cambi idea in corso d’opera.

architetti bioedilizia bioarchitettura architettura bioclimatica

Se siete o siete stati nostri Clienti e rientrate almeno in una di queste categorie, sappiate che per voi LAVORIAMO e abbiamo lavorato PIU’ VOLENTIERI che per gli altri Clienti che purtroppo non sono dotati di queste meravigliose caratteristiche.

In ogni caso che siate il Primo Cittadino, lo Scià di Persia o una giovane coppia di fidanzati che sta facendo la sua prima casetta il nostro impegno per lavorare con la massima professionalità è sempre altissimo,

Se volete fare di persona presso il nostro STUDIO un TEST DELLA COMPATIBILITA’ tra di noi ecco il nostro numero per un appuntamento conoscitivo: +39 338 299 2899

 

Ville da copertina

Questo è davvero un mese speciale: alcuni lavori seguiti dal mio Studio sono usciti su ben 3 riviste e su tutte e tre in COPERTINA!

copertina-rifare-casa doppia-copertina-2 tripla-copertina-2

Siamo davvero onorati di un tale riconoscimento e davvero non abbiamo abbastanza parole per ringraziare soprattutto i nostri Committenti che ci hanno dato fiducia!

La loro gioia è la nostra gioia.

Se anche tu vuoi correre il rischio che la tua abitazione finisca in copertina ingaggiaci oggi stesso!

Chiamateci al Tel. +39 338 2992899 oppure mandate una mail a: studio@rachelebiancalani.com

5 Trucchi per far sembrare più grandi gli ambienti

Spesso i miei Clienti conoscono già tutti (o quasi) i miei lavori perchè si sono studiati il mio Portfolio a memoria

Alcuni degli ambienti più belli sono proprio quelli in cui siamo riusciti ad ampliare lo spazio con alcuni “trucchi del mestiere”… ve ne voglio svelare alcuni:

1-PREFERIRE GLI OPEN SPACE

Quando si decide come tagliare gli ambienti sicuramente optare per un open space favorisce la sensazione di spazio aperto, libero. Le pareti in vetro (TRASPARENTE, non satinato) sono un’altra ottima soluzione per dividere senza chiudere.  In linea di massima è da limitare l’uso del vetro satinato che crea cesure e uno stile tipo ufficio.

1

2-USARE COLORI TONO SU TONO E QUALCHE CONTRASTO

Un segreto per ampliare gli spazi è quello di creare una tavolozza uniforme sulla quale sistemare alcuni elementi a contrasto. pareti e soffitti ad esempio potrebbero essere tono su tono. Oppure le pareti ed i pavimenti. Una cosa che amo è sbiancare le travi a vista con colori che non siano il solito bianco scegliendo piuttosto lo stesso colore delle pareti o una sfumatura dello stesso

living-4-geometric-shapes-penthouse-72-firm

3-LA LUCE CHE AMPLIFICA

Utilizzare la giusta illuminazione, ben studiata fino dalle fasi iniziali della costruzione (o ristrutturazione) è di particolare importanza se si vogliono creare le giuste atmosfere nelle stanze. Luci indirette, bidirezionali, soffuse o dimmerabili sono sempre una scelta appropriata ma, come in tutte le cose,  attenzione a non esagerare!

1-living-0-72-firm

4-NON RIEMPIRE TROPPO

Il peggior errore che si possa fare è riempire una stanza con TROPPI MOBILI. Non si riesce più a far fluire liberamente lo spazio e si creano ovunque degli ostacoli fastidiosi per la vista. Gli arredi vanno posizionati senza ingombrare, e vanno inseriti solo quelli necessari. Almeno questa è la mia opinione!

Tavolo-falegname-fuochi-1-72-firm-bp

5-UNA PARETE SCURA COME SFONDO

A differenza di quello che molti pensano i colori scuri aiutano a far percepire lo spazio come più grande. Perché? Perché il colore scuro fa sembrare le pareti più distanti, le “rimpicciolisce” creando l’illusione di LONTANANZA e quindi di maggiore ampiezza. Cosa e come dipingerle è tutta una storia a se…

6-valdarno-minimal-interior-design-architetto-interni-moderno-arredamento

Volete consigli aggiuntivi? Volete ingaggiarci per risolvere i vostri dilemmi? Volete affidarci la progettazione della vostra nuova casa? Tel. +39 338 2992899 oppure: studio@rachelebiancalani.com

NB: TUTTE LE IMMAGINI PUBBLICATE SONO NOSTRE REALIZZAZIONI CHE ABBIAMO CURATO FIN NEL DETTAGLIO dalla fase progettuale fino alla realizzazione

I trucchi per l’ILLUMINAZIONE della camera da letto

Quando si progetta l’illuminazione di qualsiasi ambiente la prima domanda da farsi è: QUALI SONO LE FUNZIONI CHE OSPITERA’ QUESTO SPAZIO?

Se si tratta della camera da letto dunque le risposte che daremo saranno:

camera-padronale-2-72-FIRM

1-Il RIPOSO QUOTIDIANO

Per questa attività si necessita di una luce MODULABILE e EMOZIONALE che si possa alzare o abbassare all’occorrenza, ecco che a tale scopo inserisco spesso led dimmerabili e luce indiretta ma soft

1-soffitto-travi-vista-72-firm

2- LA LETTURA

Per leggere comodamente a letto si utilizzano le abajour, che siano in appoggio sul comodino o che siano appese a parete, è questo il modo abituale in cui si assolve a questa funzione. Lo stile delle abajour deve essere in linea con quello della stanza

camera-5-72-firm

 

3-VESTIRSI/SPOGLIARSI – RIPORRE GLI ABITI

Spesso per questa attività nella camera da letto è collocato un armadio (o una cabina armadio) che è la zona che va illuminata di più all’interno della camera da letto.

Molto spesso io inserisco nei miei progetti delle strip led o dei faretti DIRETTAMENTE DENTRO GLI ARMADI possibilmente collegati ad un sensore che accende la luce nel momento stesso in cui si aprono le ante.

armadio-open-72-firm

4-ILLUMINAZIONE GENERALE CON FUNZIONE ESTETICA

In alcuni casi particolari, camere molto grandi con la presenta di comò e altre ampie superfici  di appoggio possiamo optare per delle lampade da tavolo di arredo che diano un tocco speciale a tutta la stanza

34-camera-6-72-firm

Anche una lampada da terra in un angolo, o una sospensione può contribuire con il suo fascino a illuminare una camera da letto con una forte componenete estetica

43-camera-testata-letto-dettaglio-72-firm

5-METTERE IN EVIDENZA DELLE PECULIARITA’ DELLA STANZA

Come in tutte le altre stanze, qualora avessimo la fortuna di avere una camera da letto ad  esempio con dei soffitti affrescati, avremmo l’obbligo morale di metterli in evidenza con l’illuminazione giusta

Firenze-vert-2-72-firm

In tutti i casi ogni ambiente è un universo a sé ed ha bisogno di un’analisi accurata prima di essere progettato.

Se hai bisogno della consulenza del mio Studio di Architettura e Interior Design contattami qui: +39 338 2992899 oppure tramite mail: studio@rachelebiancalani.com

PALAZZO VASARRI – Bed and Breakfast di Lusso nel cuore di Montevarchi

DOPO più di un anno dall’inizio della prima fase progettuale abbiamo finalmente terminato tuttipalazzo-storico-ristrutturazione-interior-designi dettagli del Palazzo Vasarri – Luxury Design Suites.

Il lavoro è stato molto perchè i gusti della Committenza erano raffinati ma le scelte hanno richiesto un’infinità di tempo perchè si agiva con estrema cautela. Inoltre trattandosi di “hotellerie”

esterno

dovevamo realizzare degli ambienti molto eleganti ma senza esagerare col budget e mettendo sempre al primo posto la praticità di utilizzo 035-full-firmdegli ambienti e dei prodotti utilizzati senza dimenticare al forte impatto estetico che le stanze avrebbero dovuto avere già dal primo sguardo.Firenze-1-72-firm

Le camere sono tutte ispirate alle più famose città toscane e la struttura stessa è una sorta di mostra monotematica dedicata all’artista montevarchino Luca Canonici che ha realizzato tutte le foto presenti negli appartamFirenze-2-72-firmenti.

I colori utilizzati sono tutti nella palette dei grigi del sistema Kerakoll  Design (WR02 e WR06) ai quali sono stati  abbinati i grigi delle lastre di Kerlite usate per tutti i bagni. Un rovere naturale Firenze-3-72-firmposato a correre,

forse anche troppo semplice per degli ambienti così lussosi ma di certo più economico di una spina francese o ungherese e di certo meno “pretenzioso”.Firenze-bagno-3-72-firm

Si può dire che “less is more” sia stato il nostro motto nella progettazione degli interni, dalla modifca del layout architettonico fino al progetto dell’illuminazione (lighting design) e alla scelta di tessili e complementi.Firenze-bagno-doccia-72-firm

Il soffitto  in legno affrescato della stanza Firenze è davvero molto particolare e i suoi colori (originali) così moderni si sposaFirenze-dettaglio-2-72-firmno alla perfezione con gli arredi minimal usati nelle stanze.

Il comfort dell’ospite è stata la priorità per la Proprietà che ha fortemente voluto dotare di domotica tutte le stanze Firenze-vert-1-72-firmelettrificando addirittura le persiane che si aprono comodamente col telecomando stando sdraiati nei favolosi letti king size!

Se volete appofittare anche voi del nostro Servizio di Progettazione di strutture Recettive scriveteci qui: studio@rachelebiancalani.comFirenze-vert-2-72-firm